Gruppo Italia 124

Via S. Giovanni, 8 - 10073 Ciriè

gr124@amnesty.it
 

 
HOME AZIONI URGENTI VIOLENZA DI GENERE SCUOLA COSA PUOI FARE TU EVENTI PUBBLICAZIONI RICERCHE BIBLIOTECA VIDEO CONTATTI

 

APPELLI: firma on-line www.amnesty.it/

 

BUONE NOTIZIE

 

Riccardo Noury

Riccardo Noury

Portavoce di Amnesty International Italia

 

 

Cliccare su

Riccardo Noury, Il Fatto Quotidiano

 

 

MESSAGGIO DEL COMITATO DIRETTIVO

 

Care amiche, cari amici, come tutte e tutti voi, stiamo vivendo questi giorni, segnati dalle misure di contenimento decise per arginare la diffusione del corona virus, con sentimenti contrastanti. Da un lato, c'è la naturale preoccupazione per la salute dei nostri cari e nostra. Dall'altro, l'altrettanto naturale difficoltà ad adattarsi a limitazioni della nostra libertà individuale che, per quanto motivate e temporanee, facciamo fatica ad accettare. Come persone, ci sono molte cose che possiamo imparare in questi momenti. Anzitutto, a prenderci cura delle persone più fragili intorno a noi. Ma, soprattutto, a riscoprire il valore del nostro sistema sanitario nazionale. Sotto-finanziato, spesso maltrattato, come del resto la scuola e ogni altra istituzione pubblica posta a difesa dei nostri diritti economici e sociali. Oggi, battersi per il diritto alla salute significa adottare comportamenti idonei a contrastare il diffondersi del virus, per evitare ch e il nostro Servizio Sanitario nazionale collassi. Ma significa anche battersi per strutture sanitarie efficienti ed alla portata di tutte e tutti. La sanità, la scuola e tutte le altre istituzioni poste a difesa dei nostri diritti economici e sociali sono fondamentali per garantire la stabilità e la salute della nostra democrazia. Questa esperienza può essere determinante per il futuro del nostro pianeta e dell'umanità, se non viene dimenticata. Come attiviste e attivisti, questo è il momento discoprire nuovi modi per continuare la nostra lotta. Noi rimaniamo sempre tali,anche in momenti difficili come questi, come sta facendo, con ammirevole abnegazione,il nostro staff, che ringraziamo di cuore. Tutti insieme continuiamo la nostra strada, coscienti che gli orrori che continuano a insanguinare la Siria, la Grecia, la Turchia, solo per nominare alcuni tra quelli a noi più vicini, ma anche Julian Assange, Patrick Zaki, Giulio Regeni, non possono aspettare che l`emergenza sanitaria passi. E' il momento di usare tutta la nostra intelligenza e inventiva per impedire che una fragilità momentanea lasci il mondo senza la difesa di Amnesty International. Dobbiamo riuscirci pur nel rispetto delle misure di riduzione dei rischi del contagio, perché è così che oggi difendiamo i diritti umani nel nostro paese. Restiamo uniti e continuiamo a lottare per i diritti umani di tutte e di tutti.

 

Grazie,

Il Comitato Direttivo